Wearable

Zepp OS: approfondimento tecnico sul nuovo sistema operativo di Huami e Amazfit

Zepp OS

Huami ha da poco presentato il nuovo sistema operativo Zepp OS che andrà ad equipaggiare tutti i futuri smartwatch dell’azienda. Si tratta di una soluzione “proprietaria” che promette una maggiore ottimizzazione (grazie anche al nuovo SoC Huangshan 2s presentato in contemporanea) per prestazioni migliori e autonomia prolungata.

L’obiettivo alla basa per Huami è stato quello di sviluppare un sistema operativo che attragga a se migliaia di sviluppatori con lo scopo di popolare i futuri smartwatch con decine di migliaia di mini app. Alla fine del 2020, Zepp Health contava 40 milioni di utenti ed è da lì che Huami ha iniziato con lo sviluppo di Zepp OS in sostituzione di quello precedente, Amazfit OS.

Dal punto di vista tecnico, Zepp OS è basato sul codice open source del microkernel FreeRTOS. Esso è stato ideato per essere compatto e semplice da utilizzare, con il kernel che di fatto è composto da soli tre file in linguaggio C. Per rendere il codice più leggibile, quindi facile da “portare” a nuove architetture, e da gestire, la maggior parte del sorgente è scritto in C, ma, dove necessario, sono presenti varie funzioni in assembly.

Non esiste nessuna delle funzioni più avanzate che si trovano in genere kernel ben più complessi come Linux o sui sistemi operativi Windows e macOS, come driver per dispositivi esterni, gestione avanzata della memoria, account utente e rete. Con FreeRTOS l’enfasi viene posta piuttosto sulla compattezza e sulla velocità di esecuzione.

A proposito di compattezza, l’utilizzo di FreeRTOS ha permesso al sistema operativo Zepp OS di avere una dimensione di soli 55 MB, ovvero 1/10 delle dimensioni del sistema operativo Amazfit precedente e 1/28 delle dimensioni di WatchOS 8 di Apple.

Grazie a questa sua leggerezza, Zepp OS è compatibile sia con chip a basso consumo che ad alte prestazioni, così come da dispositivi con pochi KB di RAM a quelli con decine di MB di RAM. Nonostante la mancanza di supporto per driver esterni, il nuovo sistema operativo di Huami supporta modem 4G/5G, chip Wi-Fi e protocollo di rete TCP/IP.

Il sistema operativo ha anche un consumo energetico molto ridotto rispetto alla concorrenza. Secondo Zepp Health, il consumo energetico è inferiore del 65% rispetto a quello del sistema operativo Amazfit e si traduce in un aumento del 190% della durata della batteria.

Per quanto riguarda la compatibilità con altri servizi, Huami ha fatto sapere che Zepp OS supporta applicazioni di servizi cloud, di streaming, di comandi vocali e fitness come NetEase Music, Spotify, Alexa, Joyrun e Strava. Le applicazioni di servizi cloud sono praticamente delle web app, quindi gli smartwatch dovranno supportare la connessione a Internet stand-alone come nel caso dell’eSIM Amazfit GTR 2 o tramite un hotspot collegato.

Rispondi