Mi TV

Xiaomi pronta al lancio di una “nuova versione” di Mi Box S con Android TV

Xiaomi Mi Box S 2021 FCC

Lanciato inizialmente nel 2018 come un set-top-box pensato per venire incontro alle persone che vogliono rendere smart la propria TV, lo Xiaomi Mi Box S ha avuto delle vendite molto importanti in tutto il mondo e, nonostante non offrisse il supporto al 4K (per il quale Xiaomi ha lanciato una versione apposita), è stato molto apprezzato. Ebbene, sembra che la società stia ora lavorando a una versione aggiornata del Mi Box S ma, dai primi dati emersi, sembra che non ci siano differenze con l’attuale modello.

Una nuova versione di Xiaomi Mi Box S è stata certificata dalla FCC con il numero di modello MDX-22-AG (la versione attuale porta il numero di modello MDZ-22-AB). Come previsto, i documenti della certificazione hanno rivelato un sacco di cose sul dispositivo. Sorprendentemente, non ci sono cambiamenti reali e, in effetti, stiamo solo esaminando un piccolo aggiustamento.

I documenti rivelano le immagini del dispositivo da più angolazioni ma, come potete vedere, la versione aggiornata di Mi Box S sembra identica al modello attuale. Inoltre, mantiene le stesse porte per la connettività: c’è una porta USB di dimensioni standard, una porta HDMI e una porta di alimentazione standard insieme a un jack audio da 3,5 mm. La certificazione ha anche rivelato l’interfaccia dell’Android TV in esecuzione sul dispositivo e, esattamente come per l’estetica e le porte di connessione, è identica a quella che vediamo attualmente.

Xiaomi ha deciso di utilizzare anche lo stesso chipset, ovvero l’Amlogic S905X, e la stessa quantità di memoria RAM (2GB). L’unica vera novità che si dovrebbe trovare sul nuovo modello è l’aggiunta di un nuovo pulsante sul telecomando. Come potete vedere, il telecomando ora ha un pulsante Prime Video dedicato insieme a uno per Netflix.

Non è ancora chiaro il motivo per cui la nuova versione di Xiaomi Mi Box S non è altro che una replica esatta dell’offerta attuale. Il lancio di un prodotto con le stesse specifiche, soprattutto se a distanza di 3 anni, non ha affatto senso. L’unica possibilità che ci viene in mente è che questo Mi Box possa essere destinato a un nuovo mercato in cui il prodotto non è attualmente disponibile.

Via Via

Rispondi