Xiaomi

Xiaomi sta progettando un’auto elettrica? Non proprio…

Xiaomi auto elettrica

Come un fulmine a ciel sereno, un nuovo report ha indicato che il colosso cinese Xiaomi sta progettando una propria auto elettrica, con Lei Jun a capo del progetto. Colpita da questa notizia, le azioni alla borsa di Hong Kong di Xiaomi Group sono aumentate dell’11,81% per poi scendere leggermente. Alla chiusura, le azioni hanno raggiunto HK $ 30,65, con un aumento del 6,424%. Tuttavia, è interessante notare che Xiaomi non ha fornito una risposta certa. Xiaomi ha solo riferito un misterioso “aspettate e guardate”.

Dopo la notizia che Xiaomi ha confermato che avrebbe costruito un’auto, i media hanno immediatamente contattato molte persone vicine a Xiaomi, compreso lo stesso Lei Jun. Seppur sono state date solo risposte vaghe e perlopiù negative (proprio come era stato riportato nel 2018), una persona vicina a Xiaomi ha dichiarato direttamente che non c’è motivo per Xiaomi di costruire un’auto.

In particolare, questa fonte anonima ha menzionato i seguenti punti chiave:

  • Xiaomi ha ancora molte opportunità nel mercato degli smartphone. Dopo che la fornitura di chip di Huawei è stata interrotta, la produzione di smartphone è stata insufficiente, lasciando libero molto spazio nel mercato interno. Allo stesso tempo, in Europa, anche Huawei è in un trend di sostanziale contrazione. Le vendite degli smartphone Xiaomi hanno ampi margini di crescita in Cina e all’estero. Xiaomi dovrebbe dare la priorità al suo mercato principale.
  • A differenza di alcune società cinesi di nicchia come Baidu, Xiaomi non ha molta esperienza nei settori della guida autonoma e dell’Internet dei veicoli e non ha alcuna competitività di base nell’intelligence automobilistica più critica.
  • Xiaomi non dispone di una piattaforma di costruzione per le auto e, come dimostrano i primi anni di Tesla, la difficoltà nel progettare gli stabilimenti e le auto insieme sono molte. L’esperienza di Xiaomi nel campo della produzione di smartphone è difficile da riutilizzare.
  • Se iniziasse a costruire un’auto elettrica ora, la previsione più favorevole per Xiaomi sarebbe quella di portarle sul mercato al più presto nel 2025. A quel punto, l’esercito di auto elettriche delle case automobilistiche tradizionali come Volkswagen e Toyota avrà già saturato il mercato. È difficile per i nuovi marchi competere con le case automobilistiche tradizionali che possono contare su decenni di esperienza.

Quello che non è stato detto ma che appare più probabile è che Xiaomi si occuperà della realizzazione di un proprio sistema di infotainment cercando poi dei partner commerciali in Cina, proprio come fatto da Huawei con il suo HarmonyOS e, in occidente, da Google con l’annuncio della partnership con Ford dal 2023.

Via

Rispondi