MIUI ROM

Gli smartphone Xiaomi non possono più installare i Google Mobile Services in Cina

Xiaomi Google-Mobile-Services

Gli utenti in Cina hanno scoperto che l’ultima versione della MIUI ROM non consente più l’installazione dei Google Mobile Services (GMS) nei loro dispositivi Xiaomi.

I Google Mobile Services sono necessari per utilizzare le principali applicazioni Google, incluso il Play Store. Tuttavia, in Cina, alcuni produttori non installano i servizi mobili di Google sui loro smartphone, poiché esistono molti negozi alternativi che hanno tutti i tipi di applicazioni disponibili per gli utenti.

Alcuni utenti che preferiscono app e servizi Google possono installarli da soli. Tuttavia, ora gli utenti MIUI (con la più recente MIUI 12.5) segnalano di non poter installare Google Mobile Services. In una piccola dichiarazione ufficiale, Xiaomi afferma che questa funzione non è più supportata.

Xiaomi ha infatti confermato che gli smartphone che inizialmente non vengono forniti con la piattaforma di servizi di Google non possono più installare i servizi e le applicazioni dell’azienda. La maggior parte dei dispositivi in ​​Cina non supporta i GMS perché i servizi di Google sono vietati nel paese.

Xiaomi non ha divulgato l’elenco dei modelli interessati da questa modifica della policy anche se, dai riscontri che fino a ora abbiamo letto, gli utenti di Redmi K30 Ultra e Redmi 10X 5G sono fra i primi ad aver segnalato di non essere più in grado di installare le app Google.

Non ne abbiamo la certezza ma è probabile che questa situazione si sia venuta a creare in seguito ai rapporti sempre più tesi fra Cina e USA, dove sfortunatamente sono le aziende che fanno affari fra le due nazioni a soffrirne maggiormente.

Chiaramente questa notizia ci tocca da molto lontani qui da noi, visto che Xiaomi e Google hanno un rapporto di collaborazione estremamente stabile qui da noi in Europa e i suoi servizi sono pre-installati. Anzi, da noi ci sono alcune persone che cercano di eliminare qualsiasi traccia di Google dal proprio smartphone sfruttando una Custom ROM basata puramente sul codice AOSP.

Via Fonte

2 Comments

  1. Dall’articolo non si capisce se la decisione sia del governo cinese, di Xiaomi, oppure causata dal ban americano, come accaduto per Huawei
    (i telefoni nuovi della quale non possono più installare le app Google, mentre i vecchi non hanno problemi.

    Se fosse l’effetto del ban americano, ovviamente riguarderebbe tutti noi “lontani” e sarebbe utile saperlo per l’acquisto di telefoni futuri.

    Per favore, chiarisci.
    Grazie

    1. Solo negli smartphone pensati per il mercato cinese le persone non potranno più installare in maniera “fai-da-te” i GMS… Se acquisti un modello pensato per il mercato italiano, europeo o comunque non per la Cina, non ci sono problemi e i GMS sono regolarmente pre-installati

Rispondi