Modding

TWRP 3.5.0 ufficiale: arriva il supporto nativo per Android 10

TWRP Xiaomi

Il team di sviluppo del Team Win Recovery Project ha annunciato il lancio della nuova versione TWRP 3.5.0 con una serie di novità molto interessanti e miglioramenti nella decrittografia, correzioni di bug e supporto nativo agli smartphone lanciati con Android 10.

Il changelog delle modifiche completo per la nuova versione della TWRP può essere trovato sulla pagina ufficiale di Github o sul sito web ufficiale, ma per gli utenti e gli sviluppatori “normali”, la modifica più importante è la compatibilità nativa con Android 10.

Fino alla TWRP 3.4.0, il supporto per le partizioni dinamiche / logiche e molte altre modifiche introdotte nel sistema AOSP 10 non erano state completamente implementate. La maggior parte delle limitazioni non sono più presenti in TWRP 3.5.0, il che significa che i dispositivi che vengono lanciati con Android 10 “out of the box” possono finalmente installare le build TWRP ufficiali quando disponibili.

Il merito di queste novità va dato agli sviluppatori Captain_Throwback, mauronofrio, noahajac e AndroidableDroid che hanno riscritto una parte significativa del codice TWRP da zero.

D’ora in poi, coloro che manterranno aggiornata la TWRP verranno presentati due rami separati durante il porting del ripristino personalizzato: i dispositivi rilasciati con Android 10 saranno supportati sotto il ramo android-10, mentre i dispositivi più vecchi saranno costruiti dal ramo android-9.0. Inoltre, due membri principali del team TWRP, Dees_Troy e bigbiff, stanno già lavorando a una versione di Android 11, con il supporto per Google Pixel 5 in arrivo nel prossimo futuro.

Download TWRP 3.5.0

Se possedete uno smartphone in cui è già installata la TWRP, l’aggiornamento alla nuova versione dovrebbe nel corso delle prossime ore. Se invece non avete ancora installato una recovery custom, sappiate che la TWRP 3.5.0 è disponibile per tutti gli smartphone per cui la versione precedente è stata rilasciata. La lista completa la potete trovare a questo link.

In alternativa, se avete a disposizione i permessi di root, il download dell’app ufficiale semplifica enormemente il processo di download e installazione sugli smartphone compatibili.

Via

Rispondi