Smartphone

Anche Redmi avrà il suo top gamma con Snapdragon 888

Redmi K40 Pro Qualcomm Snapdragon 888

Dopo molti mesi di speculazioni, rumor e indiscrezioni, Qualcomm ha finalmente tolto il velo sul suo prossimo chipset di punta chiamato Qualcomm Snapdragon 888. La nuova ammiraglia porta progressi praticamente in ogni ambito ed è anche il primo non solo a sfruttare un processo di produzione a 5nm ma anche ad avere il modem 5G integrato.

Poco dopo l’annuncio, molti produttori di smartphone hanno iniziato a stuzzicare l’attenzione dei fan indicando quali nuovi smartphone lo adotteranno. Durante l’evento, Lei Jun di Xiaomi ha tenuto un discorso affermando che il nuovo Mi 11 sarà uno dei primi smartphone in arrivo con lo Snapdragon 888. Poco dopo l’evento, Xiaomi ha pubblicato un teaser affermando che il Mi 11 “sarà il primo flagship con Snapdragon 888”.

A distanza di qualche ora, Lu Weibing, il direttore del brand Redmi, ha annunciato che anche Redmi sarà fra le prime aziende a utilizzare tale chipset. A differenza di Xiaomi che ha menzionato esplicitamente la serie Xiaomi Mi 11 però, Redmi non ha rivelato lo smartphone che equipaggerà questo nuovo chipset né la data di lancio.

Tuttavia, non abbiamo bisogno di dichiarazioni ufficiali specifiche per sapere che il dirigente probabilmente si riferisce al Redmi K40 Pro. La società ha presentato la sua serie Redmi K30 un anno fa, seguita dal lancio di Redmi K30 Pro con Snapdragon 865 un paio di mesi dopo. Ora, crediamo che la società stia lavorando al Redmi K40 Pro con Qualcomm Snapdragon 888, che sarà anche uno smartphone di punta relativamente economico.

Da noi in Italia gli smartphone della serie Redmi Kx sono arrivati fino a ora come Mi 9T e Mi 10T, per cui è probabile che da noi il nuovo modello Redmi sarà lo Xiaomi Mi 11T Pro.

Il Redmi K30 Pro è arrivato a marzo 2020, quindi non saremo sorpresi di vedere il Redmi K40 Pro arrivare nello stesso mese del suo predecessore. Dopotutto, non ci aspettiamo che l’ammiraglia Redmi venga prima della serie Mi 11.

Via

Rispondi