Smartphone

Xiaomi ha venduto 8 milioni di “smartphone premium” da gennaio a ottobre 2020

Xiaomi Mi 10

In un approfondimento sulle vendite di smartphone che Xiaomi è riuscita a mettere a segno nel corso del 2020 abbiamo scoperto che nella fascia premium (vengono considerati i modelli dal costo superiore a 450 euro) sono state 8 milioni le unità spedite.

Xiaomi ha aggiunto che la sua strategia per entrare nel segmento premium era ottima; da gennaio a ottobre di quest’anno, le vendite globali di smartphone per un valore di oltre 3.000 yuan ($ 450) hanno superato gli 8 milioni di unità.

Xiaomi ha lanciato gli smartphone Xiaomi Mi 10 e Mi 10 Pro a febbraio di quest’anno, al prezzo di 3999 e 4999 yuan (dai noi arrivati a 899 e 999 euro). Il Mi 10 Ultra è disponibile da agosto per 5.299 Yuan (circa 799 euro al cambio, anche se non è mai arrivato in Italia).

Alla fine del terzo trimestre, Xiaomi è riuscita a spodestare Apple dal terzo posto nella classifica dei produttori di smartphone di maggior successo a livello mondiale. Secondo Canalys, la quota di mercato globale di Xiaomi nel terzo trimestre è aumentata al 13,5%, mentre in Cina l’azienda è quarta con un punteggio del 12,6%.

Le spedizioni di smartphone in Europa occidentale sono aumentate del 107,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre la quota di Xiaomi è salita al 13,3% (terzo posto). La quota di mercato nell’Europa centrale e orientale è aumentata al 26,9%, portando Xiaomi al secondo posto.

Seppur Xiaomi considera un buon risultato la spedizione di 8 milioni di smartphone premium nei primi 10 mesi del 2020, facciamo notare che Apple ha spedito 38 milioni di iPhone 11 in soli 6 mesi. Insomma, Xiaomi è presente in questa fascia di mercato ma sicuramente non è quella in cui ha più successo, almeno fino a ora.

Fonte

Rispondi