MIUI ROM

Redmi K20 inizia il beta test della MIUI 12 basata su Android 11

Redmi K20

Il Redmi K20 è l’ultimo smartphone del colosso cinese a ricevere una prima versione beta della MIUI 12 basata su Android 11. Per chi non lo sapesse, il Redmi K20 è la versione cinese del nostro Xiaomi Mi 9T e, seppur per ora solo la versione cinese sta ricevendo l’aggiornamento beta, Xiaomi potrebbe riprendere a breve il programma beta per la MIUI Global, non escludiamo che a breve anche gli Xiaomi Mi 9T possano ricevere lo stesso aggiornamento.

Questo in fase di rilascio per Redmi K20 è un aggiornamento di versioni multiple (lo stesso sarà utilizzato anche per altri smartphone), quindi ci aspettiamo che le dimensioni del pacchetto di aggiornamento siano grandi. Oltre all’aggiornamento ad Android 11, il nuovo file OTA va ad ottimizzare anche la stabilità del sistema, la fluidità del sistema, aggiungere nuovi super wallpaper, ottimizzare l’utilizzo della memoria e risolvere alcuni problemi di lag.

Le novità di Android 11

Per quanto riguarda Android 11, non è una rivoluzione ma più un’ottimizzazione di quanto di buono fatto da Google con Android 10, soprattutto nell’aspetto legato alla sicurezza e alla privacy:

  • L’accesso ai permessi delle app adesso può essere concesso non solamente mentre l’app stessa è aperta ma anche una sola volta
  • Quando un’app non viene usata per alcuni mesi, i suoi permessi vengono in automatico rimossi

Grande enfasi poi è stata posta sulle chat e sull’organizzazione delle notifiche:

  • La nuova tendina delle notifiche raggruppa le chat nella parte alta e in maniera separata dalle altre notifiche
  • Viene introdotta l’interfaccia a bolle in stile Facebook Messenger per rendere più semplice l’accesso alle conversazioni via chat
  • I controlli multimediali delle varie app adesso vengono mostrate all’interno della sezione dei quick toggles, adoperando quindi una demarcazione ancora più netta
  • Un menu di controllo della smart home a livello di sistema è stato aggiunto alla scherma di spegnimento dello smartphone.

Via Fonte

Rispondi