Smartphone

Xiaomi Mi 10 Ultra diventa il nuovo re di DxOMark scalzando Huawei P40 pro

Xiaomi Mi 10 Ultra DxOMark (1)

Lo Xiaomi Mi 10 Ultra appena presentato punta molto su alcuni aspetti premium della sua scheda tecnica: dalla scocca molto particolare offerta in tre diverse varianti al SoC Qualcomm Snapdragon 865, fino ad arrivare al comparto fotografico migliorato ulteriormente rispetto a quello di Mi 10 Pro. Ciò non lo si evince tanto sulla carta ma quanto dalla recensione fotografica già pubblicata da DxOMark che lo pone direttamente in cima alla classifica con un punteggio medio di 130 punti (scavalcando Huawei P40 Pro).

La fotocamera principale dello Xiaomi Mi 10 Ultra utilizza un sensore Quad-Bayer da 48 MP invece della versione da 108 MP del modello Pro. Il lungo teleobiettivo è stabilizzato e ora viene fornito con una sbalorditiva lunghezza focale equivalente a 120 mm contro i 94 mm sul Pro, e con una grandezza del sensore di 1/2 pollice contro 1 / 4,4 pollici, il sensore di immagine è notevolmente più grande sull’Ultra.

Xiaomi ha anche apportato miglioramenti alla fotocamera ultra grandangolare. Offre una lunghezza focale ottica di 12 mm e, anche dopo aver applicato la correzione della distorsione, è stato comunque misurato in 12,5 mm il campo visivo (definito anche più ampio di tutte le fotocamere ultra grandangolari che i recensori di DxOMark hanno mai provato su di uno smartphone).

Xiaomi Mi 10 Ultra – I punti salienti della fotocamera

Qualità fotografica

Lo Xiaomi Mi 10 Ultra ha ottenuto un punteggio della fotocamera DxOMark di 130 nei nostri test, conquistando la prima posizione in classifica. Anche il suo punteggio fotografico di 142 è un nuovo record.

L’eccezionale punteggio fotografico si basa su un’eccellente prestazione in tutte le aree di prova. La fotocamera ottiene valori elevati la maggior parte del tempo, come l’esposizione del soggetto, la resa dei colori e il bilanciamento del bianco, offrendo anche una gamma dinamica molto ampia e catturando buoni dettagli sia nelle aree luminose che in quelle scure della scena. Questo lo rende ideale per le riprese in condizioni difficili ad alto contrasto.

Anche in condizioni di scarsa illuminazione i possessori di Mi 10 Ultra saranno soddisfatti. Xiaomi ha gestito un buon compromesso tra texture e rumore nelle immagini catturate in condizioni di scarsa illuminazione e la fotocamera è in grado di ottenere buone esposizioni anche in condizioni di luce estremamente scarsa. I ritratti catturati in modalità bokeh mostrano le solite lievi imperfezioni di isolamento intorno ai soggetti in primo piano, ma gli effetti di sfocatura sembrano abbastanza naturali e le immagini bokeh sono nel complesso a un livello simile a quelle di altri telefoni di fascia alta.

Qualità video

Lo Xiaomi Mi 10 Ultra si posiziona al primo posto anche per i video, grazie a un punteggio video eccezionale di 106. È il primo dispositivo che raggiunge i migliori risultati complessivi con una risoluzione 4K e un frame rate di 60 fps.

Il frame rate veloce garantisce movimenti fluidi e panoramiche in tutte le situazioni. Di solito usare 60fps o frame rate anche più veloci significa dover scendere a compromessi in altre aree, ma Xiaomi è stata in grado di fornire una buona esposizione, bei colori e buoni dettagli, anche quando si registra in condizioni di scarsa illuminazione, grazie al suo controllo adattivo del frame rate che rallenta la registrazione fino a 33 fps in condizioni di scarsa illuminazione e / o difficili.

Per la recensione dettagliata e completa del comparto fotografico dello Xiaomi Mi 10 Ultra, vi rimandiamo al sito web di DxOMark.

Rispondi