Xiaomi

Xiaomi lancia un piano di sostituzione della batteria per diversi vecchi modelli a 49 yuan (6 euro)

Redmi 6A

Una delle conseguenze dell’avere smartphone con monoscocche belli e dal design molto particolare è l’impossibilità di accedere al vano batteria. Questo aspetto è ormai adottato da tutti gli OEM, i quali offrono però dei programmi di sostituzione della batteria in caso di problemi. Questi piani sono spesso a caro prezzo, tanto che sono parecchi coloro che decidono di acquistare direttamente un nuovo smartphone. Xiaomi tuttavia non la pensa così.

Nel territorio cinese Xiaomi infatti ha avviato un nuovo piano di sostituzione della batteria per diversi suoi smartphone lanciati dal 2016 in poi dal costo di appena 49 yuan (circa 6 euro). Di solito le batterie usate negli smartphone rimangono performanti per 500 cicli di ricarica che, all’incirca, equivale a 18 – 24 mesi (in base a quante ricariche si fanno). Ciò significa che il piano di sostituzione della batteria avviato da Xiaomi va a coprire quelli smartphone le cui batterie stanno incominciando a presentare dei problemi di capacità energetica.

Gli smartphone coinvolti nell’iniziativa sono:

  • Mi 5
  • Mi 5S
  • Mi 6
  • Mi 6X
  • Mi 8
  • Mi 8 SE
  • Mi 8 Youth Edition
  • Mi 8 Screen Fingerprint Edition
  • Mi 8 Explorer Edition
  • Xiaomi Mi 9
  • Mi 9 SE
  • Mi 9 Pro
  • Mi 9 Explorer Edition
  • Xiaomi Mi Max 2
  • Xiaomi Mi MIX 2
  • Xiaomi MIX 2S
  • Redmi Note5
  • Redmi 6
  • Redmi 6A
  • Redmi Note7
  • Redmi Note7 Pro.

Xiaomi è noto per l’ottima qualità prezzo dei suoi dispositivi, per cui è comune vedere un modello Mi / Redmi continuare a funzionare bene anche dopo diversi anni di utilizzo. Con programmi come questo, molti utenti possono “riportare ai fasti di un tempo” i loro vecchi telefoni Mi / Redmi invece di investire per l’acquisto di un nuovo modello.

La cosa che ci preme sottolineare è che a Xiaomi, da un punto di vista finanziario, non conviene per nulla questa mossa, con le persone che spendono solo 49 yuan invece di acquistare un nuovo smartphone a costi ben più elevati. Insomma, Xiaomi sta dimostrando di tenere molto alla propria clientela.

A questo punto sorge spontanea la speranza di vedere un piano di sostituzione della batteria, con prezzi simili, anche in Europa. Staremo a vedere in futuro.

Via

2 Comments

Rispondi