Smartphone

Da Xiaomi un nuovo brevetto per uno smartphone dotato di fotocamera rotante

Xiaomi brevetto smartphone fotocamera rotante

Al di là degli smartphone flessibili che stanno offrendo ai design un nuovo mondo in termini di form factor ed estetica, gli smartphone attuali “flat” si assomigliano un po’ tutti. D’altronde, dopo oltre 10 anni di evoluzione sullo stesso form factor, non è che si possa fare molto di più. Xiaomi tuttavia sta ancora provando a sperimentare e, dopo lo strabiliante Mi MIX Alpha che ha il “surround display” che copre i bordi e arriva fino alla scocca posteriore, un nuovo brevetto ci mette davanti il progetto di uno smartphone con fotocamera rotante.

Lo scopo di questo design è abbastanza chiaro. La società vuole utilizzare quanto più spazio frontale possibile per il display, trovando soluzioni creative per la fotocamera frontale (il sensore di impronte digitali sotto il display è una cosa ormai assodata). Quindi, non ci sono sensori della fotocamera posizionati sul lato anteriore e l’intero pannello frontale è coperto da uno schermo.

Dalle immagini, sembra che il modulo della fotocamera abbia un design rotante, quindi quando viene attivata la fotocamera frontale, il modulo ruota e viene fuori un sensore. Grazie al supporto della rotazione a 360 gradi, la fotocamera può anche scorrere fuori dal lato del telefono.

Questo brevetto potrebbe essere un’alternativa all’attuale meccanismo della fotocamera pop-up e un’alternativa alla tecnologia della fotocamera in-display. Mentre Visionox ha annunciato la tecnologia delle telecamere in-display per la produzione di massa, alcuni marchi hanno affermato che la tecnologia non è ancora pronta per prestazioni di punta. Xiaomi comunque si vuole tutelare sperimentando vari design e soluzioni. Tra l’altro, non è nemmeno il primo brevetto di Xiaomi con questa particolare soluzione.

Per quanto riguarda questo particolare brevetto, resta da vedere se Xiaomi deciderà effettivamente di andare avanti e iniziare a lavorare su uno smartphone con questo design per farlo uscire commercialmente. Poiché non tutti i brevetti vedono la luce del giorno, non c’è certezza che vedremo lanciare uno smartphone con questo design.

Via Fonte

Rispondi