Smartphone

Redmi 7A (China) si aggiorna ad Android 10

Redmi 7A MIUI 11

Redmi ha annunciato di aver avviato il rilascio dell’aggiornamento ad Android 10 per le versioni cinesi di Redmi 7A. L’aggiornamento ad Android 10 per Redmi 7A in Cina arriva con il numero di build MIUI 11.0.1.0 e con le patch di sicurezza di maggio 2020.

Si tratta senza dubbio di un’ottima notizia che preannuncia il rilascio dello stesso aggiornamento anche per la variante internazionale. Tuttavia, non possiamo non notare come i modelli di smartphone più costosi della stessa generazione, così come la generazione successiva, devono ancora ricevere lo stesso aggiornamento.

I primi smartphone con fotocamera da 48 MP di Redmi, ovvero l’intera serie Redmi Note 7, esegue ancora Android Pie proprio come Redmi 7 della stessa famiglia. Fortunatamente, questi modelli sono popolari nella community del modding e possono essere facilmente aggiornati. Quindi, gli utenti esperti possono godere dell’ultima versione di Android, anche Android 11 in alcuni casi.

Inoltre, l’intera serie Redmi 8 (escluso Redmi Note 8 Pro) deve ancora ricevere l’aggiornamento ad Android 10. Ciò significa che lo smartphone Xiaomi più venduto del Q1 2020, il Redmi Note 8, esegue ancora Android Pie. Per non parlare poi della terribile situazione in cui si trova il Mi Mix 3 5G che, a detta di molti, è stato dimenticato del tutto da Xiaomi. Il primo smartphone 5G dell’azienda è stato lanciato con la MIUI 10 basata su Android Pie e, da allora, non è cambiato nulla: Xiaomi non lo ha nemmeno aggiornato alla MIUI 11, per non parlare di Android 10 e alla MIUI 12.

Ripetiamo, il fatto che il Redmi 7A stia venendo aggiornato ad Android 10 è un’ottima notizia per tutti i possessori ma per Xiaomi sarebbe il caso di darsi una mossa anche con tutti gli altri modelli della stessa generazione. È giunto il momento che Xiaomi inizi ad aggiornare i suoi telefoni all’ultimo Android in tempo. Inoltre, dovrebbe migliorare nel fornire regolari patch di sicurezza ai dispositivi in ​​tutti i segmenti.

Ultimo ma non meno importante, Xiaomi dovrebbe anche rispettare la cadenza di aggiornamenti regolari anche per i modelli appartenenti al programma Android One (se è in grado di fornire aggiornamenti tempestivi privi di bug).

Via

1 Comment

  1. Sempre più basito! Device dell’era paleolitica aggiornati e un top di gamma come il mi mix 3 5g abbandonato a se stesso….mah!

Rispondi