Xiaomi

La crescita di Xiaomi non si ferma nel Q1 2020 | Dati finanziari

xiaomi-mi-logo

Trattandosi di un’azienda quotata in borsa, Xiaomi è obbligata a pubblicare i propri dati finanziari con cadenza trimestrale. Nonostante la pandemia di coronavirus abbia buttato giù molte industrie ed economie in giro per il mondo, la crescita di Xiaomi nel Q1 2020 non si è arrestata per nulla. Nel primo trimestre del 2020, Xiaomi ha raggiunto una solida crescita in tutti i segmenti di business.

Nell’ultimo periodo Xiaomi ha solidificato la propria posizione nel mercato smartphone, ottenendo anche un tasso di penetrazione degli smartphone 5G in Cina del 25,9% (percentuale più elevata della media del settore).

Dal rapporto pubblicato da Xiaomi sui dati finanziari nel Q1 2020, possiamo estrapolare i seguenti dati salienti che testimoniano quanto rosea sia la situazione dell’azienda:

  • Il fatturato totale è stato di circa 49,7 miliardi di RMB (6,3 miliardi di euro), in crescita del 13,6% rispetto all’anno precedente, raggiungendo il massimo consenso del mercato;
  • L’utile lordo è stato di circa 7,56 miliardi di RMB (circa 875 milioni di euro), con un aumento del 44,9% rispetto all’anno precedente;
  • L’utile netto rettificato non-IFRS è stato di 2,3 miliardi di RMB (circa 295 milioni di euro), in crescita del 10,6% rispetto all’anno precedente, raggiungendo il massimo consenso del mercato;
  • Gli investimenti di R&S sono stati pari a 1,9 miliardi di RMB (circa 244 milioni di euro), in crescita del 13,4%.

A fronte di questi numeri, il commento del fondatore e attuale CEO, Lei Jun, non poteva che essere molto positivo:

Sebbene il settore si trovi ad affrontare gravi sfide, il Gruppo ha continuato a registrare una crescita in tutti i segmenti nonostante la contrazione del mercato, che riflette pienamente la flessibilità, la resilienza e la competitività del modello di business di Xiaomi. Nel primo trimestre del 2020 abbiamo emesso con successo il primo titolo obbligazionario in dollari USA, che ha superato le aspettative di sottoscrizione di ben 7,5 volte; anche quest’anno siamo stati inseriti nella classifica Forbes Global 2000, che evidenzia il riconoscimento da parte del mercato internazionale dei capitali di Xiaomi. Riteniamo che la crisi sia una sorta di prova definitiva per il valore di un’azienda, il suo modello di business e il suo potenziale di crescita. Dal momento che l’impatto della pandemia inizia ad attenuarsi, continueremo a concentrarci sulla strategia ‘5G + AIoT’ e a rafforzare il nostro programma di investimenti per consentire a tutti nel mondo di godere di una vita migliore grazie a tecnologie innovative” – ha dichiarato Lei Jun,  Fondatore, Presidente e CEO di Xiaomi.

Rispondi