Mi TV

Xiaomi Mi TV Stick con Android TV in arrivo a maggio

Xiaomi Mi TV Stick

Uno dei principali problemi delle Smart TV odierne è la mancanza di aggiornamenti dopo un paio di anni dall’uscita sul mercato. Questa tempistica non è del tutto estranea a quella degli smartphone ma è bene notare che una TV si presume rimanga in funzione per più di 2 anni (si stima che le persone cambiano la loro TV, in media, ogni 5-7 anni). È per questo che i set-top-box esterni stanno avendo un enorme successo: economici, possono essere sostituiti ogni 2-3 anni senza doversi sobbarcare una spesa enorme.

A questo proposito Xiaomi è presente sia sul fronte delle Smart TV (le Mi TV stanno per arrivare anche in Italia) che sul fronte dei set-top-box (Mi Box S). Stando però a una nuova immagine leaked che indica i prossimi prodotti “non smartphone” che Xiaomi commercializzerà in Europa, a maggio verrà lanciata una Xiaomi Mi TV Stick.

In maniera del tutto simile all’Amazon Fire Stick, la Xiaomi Mi TV Stick permetterà di rendere smart qualsiasi TV dotata di connettività HDMI. Inoltre, visti gli intricati rapporti che Google tiene con i suoi partner in Europa, è molto probabile che a bordo vi sia Android TV (Google non permette di installare una versione “liscia” di Android su questo genere di prodotti). In altre parole, si tratterà di un Mi Box S sotto forma di pennino.

Non abbiamo alcuna informazione circa le caratteristiche tecniche (anche se supponiamo sarà compatibile con i video 4K e con i formati HDR10 e Dolby Vision) così come non ne abbiamo relativamente al prezzo di vendita.

È bene inoltre ricordare che anche Google sta lavorando allo sviluppo di una Chromecast di nuova generazione dotata di sistema operativo Android TV. Sarà interessante vedere come i due prodotti di confronteranno sotto l’aspetto tecnico e soprattutto sotto l’aspetto del prezzo di vendita.

Via

1 Comment

  1. “…si stima che le persone camb-i-no la loro TV…”
    È un periodo ipotetico, quindi ci va il congiuntivo (io penso, credo, stimo, si dice che, si pensa che, et cetera)

    Buon lavoro

Rispondi