Wearable

Xiaomi ha venduto 12,8 milioni di wearable nel Q4 2019, in aumento del 71,1%

Xiaomi-Mi-Band-5-4

La società di ricerche di mercato IDC ha rilasciato il suo aggiornamento trimestrale sulle vendite per il mercato dei dispositivi wearable. I dati mostrano che il mercato nel Q4 2019 è stato in netta crescita rispetto al passato, con Apple, Xiaomi e Samsung che lo fanno ancora da padrone.

Apple ha mantenuto la propria leadership di mercato con 43,4 milioni di wearable spediti nel quarto trimestre del 2019. Apple deve l’impressionante numero di spedizioni trimestrali ai suoi AirPods aggiornati, AirPods Pro e Apple Watch così come ai suoi prodotti Beats che coprono più fasce di prezzo.

Xiaomi si è classificata al secondo posto con la spedizione di 12,8 milioni di dispositivi wearable nel quarto trimestre del 2019. Il 73,3% (9,4 milioni) di tutte le spedizioni sono state smart band. Rispetto alle spedizioni del quarto trimestre del 2018, le vendite di smartband sono diminuite (in attesa della Mi Band 5) ma, nel complesso, gli auricolari sono venuti in soccorso. Questa è un’indicazione che le forze del mercato wearable si stanno spostando verso questo genere di accessorio con Xiaomi, Samsung, Apple e tutti gli altri concorrenti.

Il gigante della tecnologia coreana Samsung si è posizionato al terzo posto grazie a un forte portafoglio di prodotti e a più marchi sotto la sua influenza, tra cui JBL e Infinity. Gli smartwatch Galaxy Active e Active 2 hanno contribuito al posizionamento di Samsung, anche se la strategia di fornitura gratuita di dispositivi indossabili con i suoi smartphone top di gamma ha contribuito a far innalzare i numeri.

Huawei è stata in grado di spedire il 63,4% in più dei suoi dispositivi indossabili nel Q4 2019 nonostante le sfide provocate dalle sanzioni statunitensi. Le smartband hanno rappresentato la stragrande maggioranza del volume delle spedizioni di Huawei, ma la crescita maggiore è dovuta ai suoi smartwatch. Huawei ha anche aggiunto diversi nuovi auricolari TWS al suo catalogo, mantenendo la sua selezione allineata con gli altri leader di mercato.

Via Fonte

Rispondi