Smartphone

Lo “Xiaomi MIX 2020” è il nuovo smartphone brevettato con display secondario sul retro

Xiaomi Mi MIX 4 concept

Sappiamo bene che la serie MIX di Xiaomi è quella che osa maggiormente in termini di innovazioni tecnologiche ed estetiche. Basta pensare ai primi Mi MIX che hanno fatto da pionieri agli smartphone senza cornici oppure al Mi MIX Alpha che è andato ancora oltre col suo Surround Display. Ebbene, è stato appena brevettato un nuovo smartphone denominato “Xiaomi MIX 2020” e le novità che porta sono molto forti.

Mentre troviamo parecchi esempi di smartphone dotati di notch, di display forato o di un meccanismo pop-up come trucchetto per ridurre al minimo le cornici attorno al display senza però rinunciare alla fotocamera anteriore e, nonostante l’uso delle fotocamere sotto il display sia forse l’obiettivo finale, sono pochi i modelli privi della fotocamera anteriore e dotati di un display secondario per sfruttare un solo comparto fotografico anche per i selfie.

Come potete vedere dall’immagine del brevetto, lo “Xiaomi MIX 2020” fa proprio questo: elimina del tutto la fotocamera anteriore e le cornici attorno al display e, invece di utilizzare un sistema pop-up, integra un più piccolo display secondario sul retro da sfruttare come “view finder” e scattare selfie con la fotocamera posteriore.

Quanto vicini siamo a uno smartphone del genere non lo sappiamo visto che si tratta ancora solo di un brevetto ma, se il nome “Xiaomi MIX 2020” sta a significare qualcosa, non è da escludere che il lancio possa avvenire entro la fine dell’anno (magari col nome di Mi MIX 4).

Voi che cosa ne pensate di questo design assolutamente particolare e poco utilizzato dai produttori di smartphone? In attesa di avere un vostro responso, vi vogliamo ricordare che per rimanere sempre informati sull’universo Xiaomi, oltre a seguire il nostro blog e i nostri social FacebookTwitterInstagramYoutube, e canale Telegram (News & Files), vi aspettiamo anche nel gruppo Telegram (per gli amici #sgruppo), per parlare e discutere con noi e gli altri Mi Fan italiani.

Via

Rispondi