Wearable

Amazfit X verrà prodotta in massa dai primi mesi del 2020

Amazfit X

Torniamo a parlare di Huami, principale partner (non esclusivo) di Xiaomi quando si tratta di wearable e, dopo avervi segnalato 3 novità eccitanti che avverranno nel 2020 dell’azienda, ne aggiungiamo una quarta. Attraverso Weibo, l’azienda ha annunciato che la futuristica Amazfit X, ovvero la smart band con display AMOLED curvo mostrata in anteprima sul finire di agosto, verrà prodotta in massa a partire dalla prima metà del 2020.

Non ci stupiremmo se Huami fosse presente al CES 2020 di Las Vegas mostrando a tutti gli appassionati la versione finale di questo prodotto e, potenzialmente, annunciandone la data di arrivo e il prezzo anche nel mercato europeo.

Per rinfrescarvi la memoria, ricordiamo che l’Huami Amazfit X utilizza uno schermo curvo da 2,07 pollici che ha una piegatura altissima di 12,5 mm e che utilizza un processo di piegatura 3D mentre la curva del vetro raggiunge un angolo di 92°. Ciò è possibile utilizzando un riscaldamento a temperatura ultra-alta a 700 ° C e un processo a 6 curve.

Il display ha anche una densità di pixel di 326 PPI, copertura dello spazio colore NTSC dell 100% e luminosità fino a 430 nit. Questo schermo curvo flessibile è molto adatto da indossare al polso, dal momento che segue la curva naturale del polso.

Per meglio adattarsi al polso, oltre al display la smartband è dotata anche di una scheda logica e di una batteria curve. In particolare, AmazFit X utilizza una batteria al litio curva da 220 mAh e una scheda madre a 3 segmenti. I test interni di Huami mostrano che la batteria può durare fino a 7 giorni, con la curvatura che non influisce per niente nè sulla ricarica nè sulla sicurezza.

Rispondi