Xiaomi

Xiaomi in Giappone prima del previsto: arrivo fissato per il 9 dicembre

Xiaomi Giappone

Il mese di dicembre sarà molto movimentato per l’espansione di Xiaomi. Dopo l’apertura il 7 dicembre del secondo Mi Store nella provincia di Catania, il 9 dicembre Xiaomi ha organizzato il primo evento in Giappone.

Qualche settimana fa vi abbiamo segnalato che il Giappone sarà il prossimo mercato in cui Xiaomi si farà strada, con la speranza di scardinare un mercato che al momento vede principalmente i produttori giapponesi in cima alle classifiche (Sony e Sharp su tutti).

La conferma dell’evento è arrivata dal’account Twitter ufficiale di Xiaomi Japan che ha annunciato che ci sarà un evento il 9 dicembre. Una traduzione approssimativa della didascalia in giapponese afferma che la società arriverà in Giappone prima del previsto e entrerà ufficialmente sul mercato il 9 dicembre.

Dunque si stanno anticipando i tempi con la speranza di avere, sin da subito, un abbrivio vincente e aggredire fortemente il mercato con sconti e promozioni dedicati alle festività di Natale.

Al momento non sappiamo quali prodotti saranno annunciati quel giorno, ma siamo abbastanza sicuri che l’account ufficiale pubblicherà diversi teaser man mano che l’evento si avvicina.

Molte persone sono entusiaste dell’ingresso sul mercato giapponese di Xiaomi in quanto una delle caratteristiche maggiormente apprezzate dai giappnesi è l’impermeabilità: in questo modo molti Mi Fan sperano che la certificazione IP68 contro le infiltrazioni di acqua e di polvere diventi una feature in più dei nuovi smartphone Mi, MIX e Redmi.

Oltre agli smartphone (il 5G di Mi MIX 3 e Mi 9 Pro rappresenterà sicuramente un grande vanto), siamo abbastanza sicuri che all’evento saranno annunciati numerosi prodotti per la casa intelligente come Mi TV, lampadine smart, condizionatori d’aria e depuratori d’aria. Tra l’altro, l’arrivo di Xiaomi in Giappone avviene in un momento perfetto, con il paese del Sol Levante che si sta preparando ad ospitare milioni e milioni di appassionati per le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Via

Rispondi