Smartphone

Redmi K20 Pro (Xiaomi Mi 9T Pro) raggiunge 102 punti su DxOMark

Redmi K20 Pro (Xiaomi Mi 9T Pro) DxOMark

Negli ultimi anni il laboratorio di test e analisi fotografiche DxOMark è diventato il punto di riferimento per giudicare la qualità degli smartphone. Utilizzando sempre lo stesso metodo con ogni smartphone, è possibile avere un confronto “scientifico” fra i vari modelli. Seppur non si tratta dello smartphone più recente, la redazione di DxOMark ha testato con soddisfazione il Redmi K20 Pro, ovvero quello che noi italiani conosciamo come Xiaomi Mi 9T Pro.

Prima di addentrarci nella recensione fotografica di DxOMark, eccovi le caratteristiche tecniche legate alle fotocamere:

  • Tripla fotocamera posteriore con:
    • Primario: sensore Quad-Bayer da 48Mp 1/2 ″ (risoluzione di uscita 12Mp) e obiettivo con apertura f / 1,75 equivalente a 26 mm, PDAF e AF laser
    • Tele: sensore 1/4 ″ da 8 MP con apertura f / 2,4 da 53 mm -, AF laser
    • Ultra-wide: sensore 13 MP 1/3 ″ con obiettivo da 12mm (15mm con correzione della distorsione abilitata per impostazione predefinita) e apertura f / 2,4
  • Flash a doppio LED
  • Registrazione video a 2160p a 60fps (1080p a 30fps con impostazioni predefinite )

Redmi K20 Pro: punteggio di 102 punti

Redmi K20 Pro (Xiaomi Mi 9T Pro) DxOMark

Con un punteggio complessivo di 102 punti, il Redmi K20 Pro si è posizionato in 17° posizione alla pari con Pixel 3 e appena al di sopra di iPhone XR.

Scendendo nel dettaglio, lo smartphone ha ottenuto 108 punti nel comparo fotografico e 89 punti nel comparto video, con la caratteristica migliore individuata nell’autofocus.

Redmi K20 Pro: la recensione di DxOMark

Con un punteggio complessivo di 102, lo Xiaomi Redmi K20 Pro non rientra nella top ten della classifica, ma ottiene un punteggio rispettabile per un dispositivo nella sua fascia di prezzo.

Il punteggio fotografico di 108 si basa su una solida prestazione in tutte le categorie di test, senza evidenti debolezze. In generale, la fotocamera è in grado di produrre immagini con una buona esposizione e un buon bilanciamento del rumore nella maggior parte delle situazioni. Tuttavia, in alcuni casi la gamma dinamica limitata e i colori visibili in alcune condizioni annullano leggermente il quadro positivo generale.

Il K20 Pro di solito offre un’esposizione costantemente accurata nella maggior parte delle situazioni. Quando si scatta in condizioni di scarsa illuminazione, l’esposizione è comunque buona a 20 lux, ma la sottoesposizione diventa abbastanza evidente in condizioni di scarsa illuminazione a 5 lux.

Tuttavia, la principale limitazione del dispositivo in termini di esposizione è la gamma dinamica. In scene ad alto contrasto molto impegnative, le immagini di K20 Pro mostrano più luci e ombre rispetto a molti concorrenti, tra cui lo Xiaomi Mi 9.

Rispondi