Smartphone

Xiaomi rilascia i sorgenti kernel basati su Pie di Xiaomi Redmi Note 5, Redmi Note 6 Pro e Mi 6X

Dopo Redmi Go, Redmi Note 7 e Redmi 6 Pro, Xiaomi ha fatto un altro passo in avanti rilasciando i sorgenti kernel basati su Android 9 Pie relativi a Xiaomi Redmi Note 5, Redmi Note 6 Pro e Mi 6X.

L’avvicinamento di un produttore agli sviluppatori indipendenti è sempre un’ottima cosa, soprattutto se si tratta di file utili a migliorare il supporto esterno a uno smartphone.

Ricordiamo comunque che si tratta di un’ottima notizia che però non va ad impattare direttamente sugli utenti finali.  C’è da dire infatti che i codici sorgenti sono utili agli utenti solo in maniera indiretta. Infatti, nonostante essi non possano essere utilizzati per niente di immediato, permettono un’ottimizzazione molto avanzata delle ROM AOSP di terze parti.

Con il rilascio dei sorgenti kernel, aspettiamoci di vedere compilate molte più ROM Custom basate sul codice AOSP. Fra l’altro, considerando la presenza di Android 8.0 Oreo di base, dovrebbe esserci il pieno supporto al Project Treble.

Ciò significa che qualunque GSI (General System Image) compilata per gli smartphone che supportano il Project Treble funzionerà senza problemi su Xiaomi Redmi Note 5, Redmi Note 6 Pro e Mi 6X .

Chiaramente qualsiasi ROM custom che si andrà ad installare non avrà le stesse funzioni della MIUI. Tuttavia, visti i recenti tagli agli aggiornamenti di Redmi 6 e Redmi 6A, gli smartphone vengono messi un po’ al sicuro da un’eventuale sospensione grazie al supporto continuato che arriverà dalla community di sviluppatori di terze parti.

Nel caso foste interessati, qui di seguito vi lasciamo il link per procedere al download dei codici sorgenti del kernel dei tre smartphone:

Prima di lasciarvi, vi vogliamo ricordare che per rimanere sempre informati sull’universo MIUI e sulle novità di Xiaomi, oltre a seguire il nostro blog (e il nostro gemello Miui.it ), potete anche seguire i nostri social FacebookTwitter e Instagram.

Rispondi