Xiaomi

Xiaomi è in una botte di ferro in India, unico mercato previsto in crescita nel 2019

Secondo il rapporto indiano “Economic Times”, nel 2019 l’India potrebbe essere l’unico mercato degli smartphone a continuare a mantenere la dinamica di crescita, mentre la Cina potrebbe declinare e gli Stati Uniti potrebbero rimanere invariati. Con Xiaomi che ha investito pesantemente in India, si tratterebbe di un’ottima notizia per la dirigenza.

Precedentemente, Counterpoint e CyberMedia hanno riferito che le vendite del mercato indiano degli smartphone raggiungeranno i 160 milioni di unità nel 2019. Quest’anno si stima che siano circa 150 milioni di unità, un incremento del 12% rispetto alle circa 134 milioni di unità l’anno scorso.

Tarun Pathak, vice direttore di Counterpoint, ha sottolineato che mentre le vendite di smartphone in India sono cresciute del 12%, le vendite globali di smartphone diminuiranno per la prima volta quest’anno. A proposito, i leader nel mercato globale sono considerati Samsung, Apple e Huawei. Tuttavia, tutti i rapporti mostrano che nel 2018 e ancor più nel 2019 il cinese Xiaomi e il sudcoreano Samsung domineranno il mercato degli smartphone indiani. La quota di mercato totale delle due società è superiore al 50%.

L’anno prossimo, si prevede che le due società continueranno a lottare per la posizione più alta. Per quanto riguarda Xiaomi, è stata ed è tutt’ora al primo posto in India (per 5 trimestri consecutivi), e ci sono tutte le ragioni per pensare che anche il sesto trimestre mostrerà un risultato simile.

All’inizio di questo mese, IDC ha pubblicato un rapporto in cui afferma che il mercato degli smartphone cinesi ha mostrato segni di ripresa, ma le spedizioni rimarranno piatte nel 2019 e riprenderanno la crescita solo dopo il 2020. IDC prevede che le spedizioni globali di smartphone diminuiranno quest’anno, ma cresceranno del 2,6 % nel 2019.

Quest’anno, la tendenza delle spedizioni di smartphone nel mercato cinese sarà coerente con il mercato globale, entrambi in una tendenza al ribasso e l’IDC dovrebbe scendere dell’8,8%.

Rispondi