NewsProdotti XiaomiRumorsSmartphone

Xiaomi Redmi Note 5 passa la certificazione TENAA. Rivelate le immagini

Xiaomi prosegue il suo percorso di sviluppo e immissione sul mercato di nuovi terminali, adesso tocca a quello che potrebbe essere il nuovo Redmi 5 o più probabilmente Redmi Note 5. Il nuovo terminale è stato avvistato e subito identificato all’interno della piattaforma TENAA (ente cinese per la certificazione degli apparati elettronici).

In realtà i rumor su questo modello, che ha come codice di riferimento MAE136, non sono mancati fino ad oggi. Partiamo ad esempio dalle specifiche che potremmo trovare su questo nuovo Redmi Note 5. 


Intanto si parla di un corpo in lega metallica con un dispaly FHD da 5.5″ (1920 x 1080). Come spesso accade si presume la produzione con differente processore, quindi una versione monterebbe un processore Qualcomm Snapdragon 652 64-bit octa-core mentre l’altra un MediaTek Helio X25 64-bit deca-core.

Altra aspettativa per questo Redmi Note 5 sono i 4 GB di RAM e due tipi tagli di memoria interna, uno da 32 GB ed uno da 64 GB, entrambi espandibili. Per quanto concerne l’ottica potremmo aspettarci una fotocamera principale da 16 MP ed una secondaria (frontale) da 8 MP. La batteria da 4.000 mAh completerà la dotazione, insieme al sistema di carica rapida Qualcomm Quick Charge 3.0.

Non sono mancate neanche notizie su colori e prezzi. Redmi Note 5 dovrebbe essere disponibile nelle varianti Black, Gold e Silver. Per quanto riguarda il prezzo si è parlato di circa 200 €, ma come sappiamo il prezzo finale tramite reseller dalle nostre parti lievita sempre.

Ricordiamo che fino al lancio ufficiale queste specifiche sono da prendere con beneficio del dubbio in quanto frutto di rumor e leak più o meno verificati. Come abbiamo verificato ormai tante volte, spesso sono le aziende stesse che fanno circolare le effettive notizie prima della commercializzazione.

 

fonte

2 Comments

  1. Non avrebbe senso mettere due smartphone con processori “vecchi” quando ci sono in commercio già lo snapdragon 653 e l’helio x27…

Rispondi