Lancio ufficiale di Xiaomi Mi 6 atteso per il 16 Aprile

Michel
By Michel marzo 4, 2017 13:42

Lancio ufficiale di Xiaomi Mi 6 atteso per il 16 Aprile

Il lancio ufficiale di Xiaomi Mi 6 si sta avvicinando sempre di più, secondo le ultime indiscrezioni vedremo il nuovo flagship presentato verso la metà del prossimo mese, ed esattamente il prossimo 16 Aprile.

Abbiamo già letto una lunga serie di indiscrezioni, rumor e leak relativi alle specifiche tecniche che troveremo su Mi 6, vediamo quelle che, a poco più di un mese dal lancio, sembrano essere pe più probabili.

Xiaomi Mi 6 monterà l’ultimo SoC Snapdragon 835 che, come già ricordato risulterà in “downlock”, ovvero leggermente depotenziato per ottimizzare le prestazioni ed ovviamente diminuire i consumi. Il processore sarà affiancato invece da una RAM da ben 6GB.

Altro punto apparentemente confermato da varie fonti  è il ceramic body, quindi niente plastica o lega metallica ma una elegante scocca in ceramica. Per il dispaly LCD dovremmo avere un 2.5D (schermo con angoli curvi) con diagonale di 5.2″, un buon compromesso tra piccolo schermo e dimensioni da phablet.  Per quanto riguarda la fotocamera principale sembra essere stata scelta la stessa ottica del Sony Xperia XZ Premium da 19 MP.

Se invece siete interessati al cartellino beh, secondo le ultime informazioni il prezzo di vendita si aggirerebbe intorno ai 365 $, circa 340 € ma,ovviamente, finché parliamo di prodotti importati da reseller, il prezzo finale per un Mi 6 spedito in Italia sarà sempre un po’ più alto. 

Aspettiamo con ansia il 16 Aprile per vedere svelato Xiaomi Mi 6, nel frattempo siamo certi che continueranno a spuntare rumor o ulteriori foto leak di questo nuovo gioiello di Xiaomi.

fonte

Caricamento...

Loading...

Michel
By Michel marzo 4, 2017 13:42
Write a comment

2 Comments

  1. Nik900 marzo 6, 15:48

    Non capisco perché lasciare poche icone così e distanti una vita una dall’ altra.. ok semplicità ma così è brutto direi…

    Reply to this comment
  2. Loris marzo 7, 09:26

    l’unico problema è il solito rapporto di conversione tra la Cina e l’Italia che è sempre sproporzionato.

    Reply to this comment
View comments

Write a comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*