Il 2017 di Xiaomi sarà tutto una “ricerca audace”

Lorenzo Spada
By Lorenzo Spada gennaio 10, 2017 13:00

Il 2017 di Xiaomi sarà tutto una “ricerca audace”

Nonostante Xiaomi abbia fra le mani alcuni fra i migliori smartphone mai realizzati (pensiamo ad esempio al concept phone Xiaomi Mi Mix), le vendite nei vari mercati in cui opera sono un po’ in stallo, nel senso che non vi sono stati aumenti. 

Tipicamente il colosso Pechinese è solito pubblicare i propri risultati di vendita nei primi giorni del nuovo anno ma, considerando che stavolta ha pubblicato un messaggio abbastanza misterioso al loro posto, crediamo che questo trand continuerà anche nel 2017.

Alcune indiscrezioni però riportano che le vendite totali di smartphone nel 2016 si aggirano intorno alle 70 milioni di unità, al di sotto delle previsioni aggiustate di qualche mese prima di 80 milioni e ben al di sotto delle previsioni iniziali di inizio anno di 100 milioni. Oltre a ciò, la crescita annuale in termini di profitti e valore societario è rimasta piatta dal 2015.

Il grafico che vedete qui di seguito mostra le variazioni, in termini di market share, nelle vendite di smartphone in Cina fra il Q3 2015 ed il Q3 2016:

Al contrario, in India il trand è stato totalmente opposto, con una crescita impressionante nelle vendite:

Il messaggio pubblicato da Xiaomi di cui vi accennavamo all’inizio è il seguente:

Le ricompense del 2018 saranno il risultato di una ricerca audace durante tutto il corso del 2017 per le cose che pensavamo fossero fantasie nel 2016. L’anno scorso, quali sono state le tue fantasie? Nel 2017, cercheremo di realizzarle insieme.

Insomma, sembra che Xiaomi prenderà il 2017 come un anno di transizione verso il 2018, quando sarà finalmente pronta a dire la sua a livello mondiale con qualche smartphone molto particolare. Anche in questo contesto va ad inserirsi il discorso della non espansione verso il mercato degli USA per tutto il 2017.

fonte

Lorenzo Spada
By Lorenzo Spada gennaio 10, 2017 13:00
Write a comment

1 Comment

  1. riccio gennaio 12, 05:00

    per chi ha xiaomi già da anni ha visto un grosso cambiamento, purtroppo in linea con altri costruttori compri uno smartphone ed è già sorpassato, poi a livello software con i blocchi vari degli ultimi tempi che ha complicato il tutto , non sviluppando neanche la suite per pc che è praticamente inutile, diciamo che è ancora un brand per utenti consapevoli ma non si sa per quanto

    Reply to this comment
View comments

Write a comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*